Allestimento per imprese di costruzioni

Un’azienda della provincia di Como che si occupa di costruzioni, ad aprile 2013, ha richiesto ad officine BPM un allestimento, su un autocarro IVECO STRALIS AD 260 S42, che riuscisse a trasportare inerti, bancali e carichi pesanti ed ingombranti, tubi e telai per la costruzione dei ponteggi e che avesse una struttura che desse stabilità all’autocarro senza togliere portata.

Il titolare dell’azienda si è confrontato con i tecnici BPM, che gli hanno proposto un allestimento composto da:

  • gru FASSI F235AC.2.26 composta da 6 sfili in grado di trasportare carichi ad un peso di circa 9q.li ad una distanza di circa 16mt, in questo modo luoghi che prima risultavano difficilmente raggiungibili ora sono a “portata di mano”;
  • cassone ribaltabile della lunghezza di circa 5mt con le sponde in acciaio alto-resistenziale, adatte al trasporto di inerti ed attrezzi edili.

 

Per agevolare e velocizzare l’apertura delle sponde laterali Officine BPM ha proposto all’azienda un kit, anteriore e posteriore, di molle compensatrici indipendenti. Queste molle servono da assistenza all’operatore durante le fasi di apertura e chiusura delle sponde laterali, in questo modo salvaguarda la schiena da operazioni faticose.

Il titolare dell’azienda, dopo aver discusso l’offerta con i propri operatori e con i tecnici BPM ha fatto realizzare l’allestimento.

Durante le fasi di lavorazione ha chiesto ad Officine BPM se era possibile personalizzare l’allestimento con il logo della sua azienda, così la sponda anteriore è stata realizzata con il logo dell’azienda intagliato.

L’allestimento realizzato ha riscosso entusiasmo tra gli operatori dell’azienda; quando sono venuti a ritirare il mezzo hanno potuto subito constatare la facilità nell’apertura delle sponde laterali grazie all’innovativo kit BPM di molle compensatrici. Ora, grazie all’allestimento BPM che unisce la qualità dei materiali ad una gradevole estetica, riusciranno a velocizzare i tempi lavorativi risparmiando preziose energie.

22nd luglio 2013 Case History

admin

d