Contributi per le aziende di autotrasporto su nuovi acquisti e allestimenti

Il 18 settembre scorso ha aperto il bando del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti per lo stanziamento di contributi per le aziende di autotrasporto merci che nel corso del 2017 rinnoveranno il proprio parco veicolare o adegueranno tecnologicamente quello attuale. Una notizia che Officine BPM, azienda leader nell’allestimento speciale di autocarri, ha accolto con estrema soddisfazione.

Ma attenzione, gli unici investimenti ammessi saranno quelli avviati dopo il 1° agosto 2017. Le domande per ottenere il contributo, invece, dovranno essere presentate entro e non oltre il 15 aprile 2018 e dovranno essere riferite ad un investimento già concluso e non ancora in corso di svolgimento. L’importo massimo del contributo per le aziende di autotrasporto non potrà superare i 700.000 euro, ma non potrà nemmeno essere inferiore ai 35.950.177, sogli minima per poter accedere al contributo. Le risorse totali disponibili ammontano a circa 36 milioni di euro.

Ora vediamo quali sono gli interventi ammissibili per ottenere il contributo.

Le imprese di autotrasporto merci potranno presentare le domande di accesso al contributo sia per l’acquisto di autoveicoli ecologici, sia per quello di rimorchi intermodali. A stabilirlo è il bando del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, di cui al decreto ministeriale 20 giugno 2017 e al decreto dirigenziale 17 luglio 2017.

IL CONTRIBUTO PER LE AZIENDE DI AUTOTRASPORTO

10,5 milioni di euro – acquisizione di autoveicoli nuovi con massa totale a terra uguale o superiore a 3,5t a trazione alternativa con alimentazione a CNG, LNG, ibrida o elettrica, di cui 4.000 euro per alimentazioni a CNG e a trazione ibrida, in 10.000 per autoveicoli ad alimentazione elettrica.

10 milioni di euro – rottamazione di veicoli pesanti uguale o superiore a 11,5t e contestuale acquisizione di autoveicoli nuovi, conformi alla normativa Euro VI. Il contributo in questo caso è di 5.000 per veicoli fino a 16t e di 10.000 euro per autoveicoli pari o superiore a 16t.

14,4 milioni di euro – acquisizione di rimorchi e semirimorchi nuovi per il trasporto combinato (secondo norme UIC e IMO) dotati di dispositivi per maggior sicurezza ed efficienza energetica, o allestimenti speciali destinati al trasporto in regime di ATP.

I beni acquisiti ai sensi del decreto dovranno rimanere nella disponibilità del beneficiario del contributo fino al 31 dicembre 2019.

13th ottobre 2017 Senza categoria

admin

d